FISMO
CONFESERCENTI

Aderisci alla petizione affinchÉ in Lombardia sia ripristinato il divieto di vendite promozionali nel periodo natalizio

Con la Legge n. 9 del 7 giugno 2012 il Consiglio Regionale della Lombardia ha permesso l’effettuazione delle vendite promozionali nei 30 giorni precedenti i saldi.

 

Nonostante che il primo impatto della nuova norma sulle vendite estive, saldi compresi, abbia evidenziato un andamento disastroso, l’Assessore Regionale Margherita Peroni ha deciso che la sperimentazione dovesse proseguire anche per il prossimo inverno.

 

È bene precisare che nessuna norma vincola gli operatori sui prezzi e che è sempre stato possibile proporre prodotti al prezzo desiderato, mentre ora si è voluto consentire di promuoverli presentandoli però con sconti e ribassi.

 

Pratica in cui è evidentemente favorito chi dispone di maggiori mezzi economici.

 

Confesercenti si è opposta a questa decisione, ritenendola una catastrofe che si abbatterà sulle vendite natalizie e sui prossimi saldi invernali. L’apposita ricerca commissionata da Confesercenti all’istituto SWG di Trieste ha dimostrato che ben il 74% degli operatori bresciani del settore moda (63% la media tra gli operatori di Milano, Bergamo, Brescia e Varese) si sono dichiarati contrari al mantenimento di questa norma.

 

Invitiamo pertanto a sottoscrivere la petizione rivolta al Presidente della Regione Lombardia affinché siano vietate le vendite promozionali dal 25 di novembre fino alla data di chiusura dei saldi invernali.

 

FIRMA ANCHE TU

INFORMATIVAI AL BOLLETTINOSONDAGGIO
Margherita Peroni
"la sperimentazione proseguirà anche per il prossimo periodo invernale"
Piergiorgio Piccioll
Presidente Confesercenti

"è un errore, molti piccoli negozi saranno costretti a chiudere"